Islanda

Tour dell’Islanda di ghiaccio e fuoco

Un tour dell'Islanda che riunisce alcune delle più straordinarie bellezze di questa terra di confine, sospesa fra notte e giorno, natura selvaggia e modernità, fra ghiaccio e fuoco. Noleggiata un'auto in aeroporto, tutta l'isola è a portata di mano:



Giorno 1. Reykjavík

Atterreremo all'Aeroporto Internazionale di Keflavík, per poi dirigerci verso la vicina Reykjavík. E' la capitale più settentrionale del mondo, e anche una delle più vivaci: fra una passeggiata tra i negozi di Laugavegur, la via dello shopping, un tuffo nel passato al Saga Museum, ed è già ora di gustare il primo assaggio di cucina islandese negli ottimi ristoranti locali, o nelle food hall come Hlemmur.

Giorno 2. Lungo il Cerchio d'Oro

Il nostro tour dell'Islanda comincia: partenza da Reykjavík per Þingvellir, il Parco Nazionale dove si trova la Gola di Almannagja. Qui anticamente il popolo islandese si riuniva per l'Althing, considerato il primo Parlamento della storia. Il nostro tour dell'Islanda prosegue con la visita a Geysir, il geyser per antonomasia, e la cascata d'oro Gullfoss, circonfusa di arcobaleni.

tour_dell_islanda_puffin


Giorno 3. Da Seljalandsfoss alla spiaggia nera di Reynisfjara

Al mattino, partiamo alla scoperta di due cascate, la snella Seljalandsfoss e poi Skógafoss, legata alla leggenda di un tesoro: l'avrebbe nascosto proprio sotto la cascata il primo vichingo colono dell'isola...
Proseguiamo con un'escursione sul ghiacciaio Sólheimajökull, che scivola giù fra i due vulcani Katla e Eyjafjallajökull; a chiusura della giornata, non può mancare una tappa alla spiaggia nera di Reynisfjara, tra colonne di basalto e i due faraglioni solitari, che secondo la leggenda erano un tempo due troll, sorpresi e tramutati in pietra dalla luce del giorno.

Giorno 4. Verso la laguna glaciale di Jökulsárlon


Foss á Síðu, scenario del primo insediamento dell'isola, è anche la prima tappa di oggi; alla sua delicata bellezza fa da contraltare Svartifoss, la Cascata Nera, che scroscia fra scure formazioni basaltiche che le fanno ala come su un palcoscenico.
Dal nero al bianco, all'azzurro dei blocchi di ghiaccio che scivolano sulle acque di Jökulsárlon, lago nato nel corso dello scorso secolo dallo scioglimento dei ghiacciai vicini. Frammenti di ghiaccio costellano le sue rive di sabbia vulcanica nera, che ne deriva il nome di "spiaggia di diamanti".

tour_dell_islanda_puffin

Giorno 5. Di ritorno a Reykjavík

Comincia il viaggio di ritorno del nostro tour dell'Islanda. Tornando verso la capitale, possiamo regalarci una sosta di relax in una sorgente termale: la più gettonata (...e molto turistica) è la celebre Laguna Blu di Grindavík, a circa 50 km dalla capitale; ma ci sono anche Reykjadalur, altrettanto distante ma immersa nella natura, oppure la "laguna segreta" Gamla Laugin, la piscina più antica d'Islanda.
Se i bagni termali non fanno parte del vostro tour dell'Islanda ideale, si può dedicare la giornata a scoprire le bellezze di Reykjavík che ci dovessero essere sfuggite il primo giorno: passeggiando lungo la costa fino a Sólfarið, la nave del sole, ad ammirare la bellissima cattedrale Hallgrímskirkja o la maestosa architettura in vetro del centro per concerti Harpa.

Giorno 6. Volo per l'Italia

Giunge al termine il nostro tour dell'Islanda. Riportiamo l'auto in aeroporto e prendiamo il volo per tornare a casa. Forse porteremo con noi un maglione di lana islandese, qualche specialità gastronomica locale (l'onnipresente pesce essiccato o il leggendario squalo fermentato, a seconda di quanto siete temerari), o forse un ninnolo di pietra lavica; ma soprattutto, ci porteremo via ricordi e immagini bellissime.

E quando avrete voglia di ripartire, ci troverete qui con tante altre idee di viaggio



Scarica il pdf del Tour dell'Islanda



Viaggio del mese per Clinica del Sale Cesena